NHL Jerseys Cheap Co.Ge. srl - Opere Infrastrutturali
HomeOpere Infrastrutturali

Realizzazioni Opere Infratrutturali

S.P. N° 4 FONDOVALLE PANARO - NUOVO PONTE SUL FIUME PANARO IN COMUNE DI MARANO E SAVIGNANO

op-infra-1

Realizzazione del nuovo attraversamento sul fiume Panaro con andamento planimetrico curvilineo avente raggio di ml.180, curve di ingresso di ml. 35,00 di raggio in asse e controcurva
di invito all’ingresso del ponte lato Savignano (MO) con raggio di 80,00 ml.

La larghezza dell’impalcato risulta essere di 8,50 ml carrabili con passaggio ciclo-pedonale lato valle di larghezza utile ml.2,00. La larghezza totale del ponte risulta essere di 12,00 ml.

La lunghezza totale sviluppata del ponte risulta di ml. 127,00. 

L’impalcato è costituito da un graticcio di travi prefabbricate in cls precompresso di quattro campate di lunghezza media ml. 30,50; le travi, di sezione a “V” sono realizzate con seggiola
finale alle testate in modo da innestarsi nel pulvino.

La luce libera totale del ponte (corda) sull’alveo del fiume risulta essere pari a ml. 125,00. Per le fondazioni sono adottate palificate di medio diametro (Ø 80 cm.) della lunghezza di 12 ml. per le spalle e 10 ml. per le pile.

La parte in elevazione delle pile è realizzata in cls armato di forma circolare a vista, mentre le spalle sono sempre in cls armato a vista con risvolti laterali.

 

op-infra-2S.S. 654 VAL DI NURE - RICOSTRUZIONE DELLA PILA E DELLA SOGLIA DEL PONTE DI MULINO NANO AL KM 48+100

 

 

La realizzazione dell’opera ha mirato a ricostruire la struttura portante del ponte mediante l’inserimento di micropali in corrispondenza della fondazione della pila e demolendo e risagomando la soglia dell’infrastruttura.

A completamento dell’intervento è stato ripristinato il rivestimento mediante pietrame autoctono.

 

 

 

 

op-infra-3S.P. OPERE DI COMPLETAMEMTO E RETTIFICA DELLA STRADA PANORAMICA DENOMINATIVA VIA DON ROBERTO STRADI

 

 

 

L’infrastruttura ha previsto la realizzazione del secondo stralcio relativo al completamento della strada panoramica denominata “Via Don Roberto Stradi” nel Comune di Zocca (MO).

L’opera in progetto ha previsto la realizzazione di un primo tratto di ingresso al viadotto formato da terrapieno e terre armate, di un secondo tratto costituito da sopraelevazione con viadotto a 4 campate di 20,00 ml. di interasse e altezza massima fuori terra del piano viabile di circa ml. 6,50, e tratto finale di raccordo con terrapieno e di un terzo tratto consistente nell’allargamento del raccordo stradale con occupazione di aree private e realizzazione di terrapieno con relativi muri di sostegno.

Le campate sono costituite, ciascuna, da N. 3 travi prefabbricate a “V”, altezza 160 cm., sostenenti il sovrastante solettone in cemento armato di spessore cm. 25-34 largo ml. 10,60 compreso i cordoli in c.a. per contenimento dei due marciapiedi.

 

 

 

op-infra-4S.P. N° 30 DI SESTOLA - INTERVENTO DI CONSOLIDAMENTO DEL PONTE DI PRUGNETO NEI COMUNI DI SESTOLA E DI PAVULLO NEL FRIGNANO

 

 

Il ponte Prugneto, lungo la S.P. 30 (Modena), è realizzato in muratura a tre arcate di 16 m circa ciascuna e attraversa il torrente Scoltenna collegando i comuni di Sestola e di Pavullo nell’appennino modenese.

L’intervento è consistito nel ripristino della stabilità strutturale del ponte intervenendo sui muri spondali con moderne tecniche di costruzioni che rispettino la natura specifica della struttura e del terreno.

 

 

op-infra-5S.P. N° 19 DI CASTELVECCHIO - PONTE SUL TORRENTE PESCAROLO IN LOCALITA’ “PESCALE” - PRIGNANO SUL SECCHIA

 

 

Il lavoro è consistito nella costruzione di un nuovo ponte di 1° categoria sul torrente Pescarolo.

La struttura ha una luce pari a 60.00 m e larghezza della piattaforma stradale pari a 10.00 m.

Planimetricamente il ponte occupa parte di una prima curva di raggio 260.00 m, l’intera clotoide intermedia e parte di una seconda curva di raggio 75.00 m.

 

 

LAVORI DI MANUTENZIONE STRAORDINARIA DEL CAVALCAFERROVIA SULLA LINEA REGGIO-GUASTALLA

op-infra-6La nuova opera è di tipo ad arco-trave con struttura principale portante in acciaio.

La struttura è costituita da due travi metalliche a cassone completate da una soletta in c.a. con ampi sbalzi laterali, realizzata tramite l’ausilio di predalles tralicciate autoportanti.

Le fondazioni dei sostegni intermedi, realizzate nelle scarpate, sono dotate di micropali che le chiodano sul substrato di roccia sul quale si fondano.

In corrispondenza delle spalle sono inseriti dei giunti di dilatazione.

L’opera che sovrapassa la linea ferroviaria Reggio-Guastalla è stata oggetto di un intervento di riqualificazione strutturale realizzato mediante il sollevamento delle travi prefabbricate,
la demolizione delle parti ammalorate esistenti, la ricostruzione dei baggioli ove poggiano direttamente le travi, la reintegrazione delle armature ossidate e la ricostruzione del copriferro
e degli elementi strutturali realizzati in calcestruzzo.

L’intervento di ripristino ha comportato l’utilizzo di materiali innovativi quali le fibre di carbonio e le malte polimeriche per il rinforzo strutturale e l’uso di resina elastomerica per la protezione
superficiale della struttura. 

Go to top