NHL Jerseys Cheap Co.Ge. srl - Opere Civili
HomeOpere Civili

Opere Edili Civili ed Industriali

IMPIANTO SPORTIVO POLIFUNZIONALE A CAVAZZONA DI CASTELFRANCO EMILIA

op-civ-12

 

Realizzazione di un impianto sportivo polifunzionale con una sala attività con adiacenti locali spogliatoio atleti e istruttori, ufficio atrio e servizi per il pubblico, magazzino.

L’edificio è progettato con tecnologia prefabbricata quali pilastri, pannelli di tamponamento a taglio termico, tegoli di copertura.

I pannelli hanno la faccia esterna in graniglia di marmo e faccia interna a frattazzo meccanico.

Sul lato sud del fabbricato i tegoli sopportano una batteria di pannelli solari adibiti al riscaldamento della sala attività, dove è previsto un sistema di pannelli radianti a pavimento, e alla produzione di acqua calda mentre l’atrio di accesso e gli spogliatoi prevedono ventilconvettori a soffitto e pavimento.

I servizi igienici annessi agli spogliatoi, i servizi igienici comuni per eventuale pubblico, i locali docce negli spogliatoi sono dotati di tutti gli ausili necessari ad una loro fruibilità da parte di persone con disabilità motorie.

 

op-civ-13NUOVO MAGAZZINO COMUNALE - NONANTOLA

 

 

Costruzione di un fabbricato da destinare alla sede del nuovo magazzino comunale su un’ampia area di proprietà della Società Patrimoniale Comunale Nonaginta SRL.

La soluzione progettuale consiste nella costruzione di un corpo di fabbrica a pianta rettangolare, con soluzione distributiva suddivisa in zone, in grado di ospitare in maniera razionale una pluralità di attività e funzioni.

 

 

RESTAURO DEL 2° STRALCIO ROCCA DI MONTEFIORINO PROGETTO PER IL RECUPERO DEI LOCALI AL PIANO SEMINTERRATO DESTINATI ALLA VALORIZZAZIONE E DEGUSTAZIONE DEI PRODOTTI TIPICI LOCALI

op-civ-14

Il secondo stralcio, ha previsto il recupero di tre locali, comunicanti fra loro, posti al piano seminterrato del lato nord-est della Rocca, due dei quali già utilizzati a deposito, mentre il terzo dovrà essere “recuperato” in quanto ancora stipato dai detriti in esso depositati durante i lavori di ricostruzione di quest’ala della Rocca completamente distrutta nell’agosto del 1944 dalle truppe del Reich.

I locali, posti allo stesso livello, ubicati sulla destra dell’androne d’accesso alla Rocca, di fronte all’ingresso dell’auditorium “Ermanno Gorrieri”, sono facilmente accessibili dall’esterno e collegati alla corte centrale mediante la scala in pietra naturale che dal piano seminterrato conduce al pianterreno, in posizione strategica per ospitare spazi espositivi, di degustazione e di vendita.

I lavori di recupero e restauro dei due ambienti esistenti hanno riguardato prevalentemente, il rifacimento degli intonaci, delle stuccature delle murature a vista e degli impianti al fine di garantirne l’utilizzo pubblico a norma.

Il terzo locale, è stato svuotato a mano,sotto l’attenta sorveglianza di un archeologo per valutare la qualità dei materiali depositati all’interno del vano durante i lavori di ricostruzione postbellica, recuperando gli eventuali reperti di valore o significativi e valutando attentamente le condizioni delle murature interne, le eventuali emergenze architettoniche da consolidare e restaurare durante i lavori.

 

op-civ-15PARCHEGGIO INTERRATO PIAZZALE MARCONI NEL COMUNE DI REGGIO EMILIA

 

 

Il parcheggio si sviluppa su tre piani per un totale di 267 posti auto. L'ingresso per le vetture si trova all'interno di una aiuola spartitraffico ed è realizzato secondo la geometria a chiocciola.

A piedi vi si accede dal marciapiede antistante tramite ascensore.

 

 

 

op-civ-6LAVORI DI COSTRUZIONE DI UN ASILO NIDO INTERCOMUNALE LOCALITA’ BRODANO - VIGNOLA

 

 

L’edificio si presenta come una struttura innovativa ampia e moderna completamente realizzata in bioedilizia. 

L‘asilo Nido è stato concepito come un edificio respirante: esso è caratterizzato infatti da un sistema di tamponamenti a grande inerzia termica, e da un sistema di ventilazione naturale basato sull’”effetto camino” che garantisce la salubrità degli spazi.

 

 

op-civ-3RESTAURO DI “VILLA BOSCHETTI” - S. CESARIO S/P. (MO)

 

L’intervento di restauro ha comportato il ripristino e il risanamento delle facciate esterne, come indicato nelle sottostanti immagini, degli affreschi riportandoli allo stato originario, tale intervento è seguito direttamente dalla Sovrintendenza dei Beni Architettonici, e della copertura in toto.

Internamente le lavorazioni hanno riguardato i consolidamenti e ripristini murari, l’adattamento degli ambienti a migliori destinazioni d’uso e il risanamento degli affreschi esistenti nonché l’adeguamento alle normative vigenti degli impianti idraulico ed elettrico.

 

 

RESTAURO DEL 1° STRALCIO ROCCA DI MONTEFIORINO 2° LOTTO AMPLIAMENTO LOCALI ADIBITI A “MUSEO DELLA RESISTENZA”

op-civ-9Il primo stralcio d’intervento, 2° lotto esecutivo ha riguardato la torre e gli ambienti ad essa immediatamente adiacenti, ora adibiti al piano terra e primo a biblioteca e a vani di servizio, al piano
ammezzato senza alcuna destinazione, e al piano secondo a uffici della Comunità Montana, secondo la perimetrazione indicata sugli elaborati grafici di progetto, e si connota come ampliamento del “Museo della Resistenza”, gìà esistente al piano terra dell’ala Nord della Rocca.

Gli interventi hanno riguardato in sintesi:
• TORRE : progetto di restauro dei fronti interni
• TORRE: ricomposizione della sequenza degli impalcati interni alla torre e del piano praticabile di copertura con la realizzazione di impalcati intermedi con struttura in ferro e piano di calpestio in legno; dotazione di tutte le reti impiantistiche necessarie a rendere funzionale lo spazio alla sua nuova destinazione museale.
• SCALA (adiacente alla torre sul lato ovest).: demolizione dell’attuale scala e di porzione di solai per liberare il volume della torre fino all’intradosso della copertura degli ambienti ad essa adiacenti e realizzazione di nuova scala con struttura in ferro.
• SALE MUSEO (locali della manica di collegamento fra torre e ala nord della Rocca): riorganizzazione funzionale, distributiva, impiantistica degli spazi con inserimento di nuovo ascensore e consolidamento dei solai al fine di rendere gli ambienti funzionali alla nuova destinazione museale.

Descrizione dell’intervento di recupero degli ambienti.

op-civ-16

 

Sono state praticate tecniche di recupero già previste per le parti in corso di restauro per uniformare e caratterizzare i restauri dei locali della Rocca, che hanno previsto:
- la rimozione degli intonaci e delle stuccature cementizie con l’attento recupero del paramento murario nonché di ogni altra traccia di intonaco antico;
- la demolizione della pavimentazione con scavo di nuova sottofondazione con successiva posa di nuova caldana e di pavimentazione in lastre di pietra ripristinando così materiali e soluzioni presenti prima dell’ampia ristrutturazione;
- consolidamento del solaio soprastante già realizzato all’epoca della ricostruzione in profilati metallici, a loro volta integrati, con successiva posa di un controsoffitto in legno di castagno;
- posa di nuovi serramenti
- posa di tutti gli impianti.
- recupero viabilità esterna.

 

op-civ-10NUOVA COSTRUZIONE PER L’AMPIAMENTO DELLA PALESTRA “PANARO” - “BARBIERI” - MODENA

 

L’impianto architettonico è stato realizzato con un sistema strutturale prefabbricato.

La sua conformazione strutturale premia le trasparenze e le “vedute” che si attuano con il sistema di pilastrature e vetrate, conferendo all’impianto sobrietà.

Gli elementi funzionali dell’impianto si ritrovano al piano terra con uffici spogliatoi e servizi di supporto; al piano primo le due palestre specialistiche per la scherma e la palestra per lo judo-lotta che consente la possibilità di due ambiti di allenamento; il collegamento verticale tra i due piani avviene sia con scala, che con un ampio ascensore in grado di rispondere anche alle esigenze dei disabili.

La copertura è stata eseguita con l’impiego di travi principali in lamellare, con relativa orditura secondaria con travetti e perlinato sempre in legno.

Le due palestre sono pavimentate con apposito pavimento sportivo tipo “ linoleum”.

 

STRUTTURA SOCIO ASSISTENZIALE PER ANZIANI - POLINAGO

op-civ-11

 

Il volume architettonico della presente struttura si sviluppa su piano terra, primo piano e piano secondo per complessivi 1250 mq circa ed un volume edificato di circa 4500 mc atti a supportare una ricettività di 40 posti.

Dal punto di vista edilizio la struttura è composta da un tamponamento esterno in muratura intonacata, i solai e la struttura di copertura in latero-cemento, il manto di copertura in tegole e gli infissi in alluminio.

La struttura portante, travi e pilastri, è realizzata in opera.

L’opera è realizzata nel rispetto dei principali requisiti bioclimatici ed ecosostenibili in rapporto alla zona montana in cui è collocata.

Tutti gli spazi sono concepiti per garantire l’accessibilità ai portatori di handicap.

Go to top